Condividi su:
Stampa articolo

Cessione del quinto, quando conviene e quali sono i vantaggi

28/03/2022

La cessione del quinto è una tipologia di prestito che consente di saldare il debito relativo a una somma ottenuta in prestito, tramite trattenute del proprio stipendio o anche della pensione. Ma quando è davvero conveniente?

Cessione del quinto: quando conviene?

Per quanto comoda e versatile, la cessione del quinto potrebbe non essere adatta alle necessità di tutti i risparmiatori, così come alle varie categorie di lavoratori. E quindi quando conviene davvero?

In quest’ottica, è importante anche valutare l’effettiva stabilità della propria condizione lavorativa: essere titolare di un contratto a tempo indeterminato non è comunque garanzia di un’occupazione a lungo termine, soprattutto se si lavora in un settore in crisi o l’azienda sta valutando forme di ridimensionamento dell’organico, come la cassa integrazione per il personale di alcune aree.

Anche per i pensionati la cessione del quinto risulta conveniente in presenza di entrate sufficienti a garantire un buon tenore di vita anche in considerazione della trattenuta, a cui va aggiunta però una considerazione sull’età. Sebbene possa essere estesa fino ai 90 anni, la maggior parte delle finanziarie non supera un termine di 85, per minimizzare il rischio di perdita. Inoltre, sia per pensionati che per dipendenti è necessario valutare anche i costi dell’assicurazione sui rischi lavorativi e la polizza vita, obbligatorie per questo tipo di sottoscrizione.

In più la cessione del quinto è ideale per progetti di breve o media durata inferiore ai 120 mesi, cioè 10 anni e per coloro che non vogliono confrontarsi con rate e scadenze di mutui e prestiti classici. È infatti necessario ricordare come questa modalità di prestito si caratterizzi per un tasso fisso.

Tutti i vantaggi

Per chi volesse stipulare un contratto di cessione del quinto, ma naviga ancora nell’incertezza assoluta, ti mostriamo una serie di vantaggi:

·       facile accesso e alta probabilità di ottenere il prestito: in presenza di uno stipendio stabile e della capacità di sostenere la rata, non sono richieste altre garanzie;

·       rata e tasso d’interesse fissi: come già anticipato, la cessione del quinto presenta un tasso fisso esteso per tutta la sua durata;

·       pagamento automatico: la rata viene calcolata dallo stesso datore di lavoro in busta paga, non servirà quindi ricordarsi alcuna scadenza;

·       assenza di garanzie reali o ipoteche: non è necessario richiedere la garanzia di familiari dotati di ampie disponibilità economiche, come spesso avviene per il mutuo, o ipotecare immobili. La stabilità lavorativa è condizione più che sufficiente.

·       nessuna spesa di intermediazione: la stipula avviene direttamente tra la finanziaria erogante e il datore di lavoro;

·       possibilità di rinnovo oppure di estinzione anticipata: la cessione può essere interrotta in qualsiasi momento con il saldo del prestito e, se vi sono le condizioni, rinnovata al termine.

Se vuoi saperne di più contatta il nostro consulente Marco Ferri, specializzato nella cessione del quinto, con cui potrai avere tutte le informazioni di cui hai bisogno! Cosa aspetti? Vai sul nostro sito!